Un aeroporto piccolo piccolo

Negli ultimi mesi, il primo cittadino ha nominato più volte il nostro storico quanto piccolo aeroporto Allegri. Spesso a mezzo del suo profilo Facebook, ha esternato la volontà dell’amministrazione di trasformarlo in un vero scalo aeroportuale, con voli verso le grandi capitali europee. In altre occasioni, ha parlato di un rilancio di dimensioni più ridotte e più dedicato al turismo dei piccoli aerei.

Sgombriamo il campo dagli equivoci: la prima soluzione, il rilancio “in grande”, non è fattibile. Le ragioni sono evidenti e sono principalmente tre:

  • l’inadeguatezza della superficie di volo nonché delle infrastrutture aeroportuali;
  • la presenza di 3 aeroporti, di cui uno intercontinentale, nel Veneto, tutti raggiungibili entro un’ora di auto da Padova;
  • la posizione dell’Allegri quasi in centro, e comunque ben dentro il tessuto urbano.

Ci auguriamo dunque che quella del sindaco sia solo una boutade, e che il vero progetto sia il rilancio “in piccolo”. Purtroppo però, queste boutade non fanno che confondere sia le acque che i cittadini, e fuori dalle campagne elettorali (ma anche dentro) andrebbero evitate.

Vediamo allora cosa si potrebbe fare “in piccolo”. Può rimanere un’ottima base per la scuola di volo. I voli medici, affiancati da quelli della Protezione Civile, sarebbero anch’essi da mantenere e rilanciare, anche e soprattutto tramite elicotteri. Infine va sviluppato il turismo tramite aerei: non parlo solo dei cultori del volo, magari tramite aliante, che già oggi ammiriamo. Parlo di tutta una categoria di turisti europei, non necessariamente tanto ricchi, che possono permettersi un piccolo aereo privato. Ecco, questo turismo deve divenire il target del rilancio dell’aeroporto, in cooperazione con le Terme Euganee che ne potrebbero beneficiare anch’esse, e in generale col resto della Provincia.

Con i necessari adeguamenti, e sempre ragionando “in piccolo”, possiamo concedere al primo cittadino l’utilizzo di aerei a turboelica da poche decine di passeggeri, in grado di collegare Padova con 3-4 scali maggiori a media distanza, come Malpensa, Vienna, Monaco di Baviera o Fiumicino. Praticamente degli aerotaxi, con cadenza più o meno regolare, in grado di portare direttamente i padovani in questi aeroporti collegati con quasi tutto il mondo: ammesso e non concesso che questi grandi scali accettino. O qualche volo charter, sempre di dimensioni e di frequenza ridotte, verso qualche località europea dove gli imprenditori patavini hanno un maggiore coinvolgimento. Sicuramente, però, va abbandonato il sogno di voli regolari per Londra. Piuttosto, invitiamo la giunta a pensare seriamente ad una stazione ferroviaria locale nelle vicinanze, a servizio sia dello scalo che del quartiere; nonché a come regolare l’abbandono dei propri edifici da parte dell’Aeronautica Militare, nonché l’uso della base dell’Esercito che giace in abbandono da anni.

C’è infine un’ulteriore ipotesi, da non scartare. L’ipotesi che gli anglosassoni chiamerebbero greenfield, cioè la demolizione dell’aeroporto, e la sua riconversione a parco. La nostra città ha sempre bisogno di polmoni verdi e di zone dove gli abitanti possano ristorarsi in pace e nella natura, e l’aeroporto sarebbe un’ottima ed ampia area, per di più facilmente collegabile sia alla pista ciclabile di via Sorio sia al sistema degli argini del Bacchiglione. Nello stesso progetto, sarebbe possibile salvaguardare uno spazio per mantenere un eliporto di servizio ai voli di emergenza, e per ricavare delle strutture scolastiche o sportive. Il resto, diventerebbe uno dei maggiori parchi urbani cittadini, con evidenti benefici sia per gli abitanti che per l’ambiente. Davvero non possiamo migliorare i collegamenti con i maggiori aeroporti veneti, e non possiamo pensare ad una grande area verde in città? Ai politici ed ai cittadini la risposta.

 

autore: Filippo Turturici

Annunci

Un pensiero su “Un aeroporto piccolo piccolo

  1. Pingback: Aeroporto Allegri: l’Aeronautica si prepara ad abbandonarlo(?) | lacapitaledelnordest

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...